Galileo di Liliana Cavani - Lo sguardo, il potere e la macchina

Dal 18 settembre 2020 al 15 novembre 2020

Lo sguardo, il potere e la macchina - Il Galileo di Liliana Cavani attraverso materiali del Fondo Cavani di Carpi

A cura di: Archivio Storico Carpi

Sede Mostra: Palazzo dei Pio - Sala Cervi

 

Orari durante il Festivalfilosofia:

Venerdì     18 settembre ore 10.00 – 23.00
Sabato      19 settembre ore 10.00 – 23.00
Domenica 20 settembre ore 10.00 – 20.00

Dal 21 settembre al 15 novembre 2020:

Venerdì, sabato e domenica e festivi, ore 10.00 - 13.00 e ore 15.00 - 19.00

 

Nel 1968 Liliana Cavani dirige Galileo, film “scandaloso”, segnato da significative vicende distributive.
L’opera segue lo scienziato dall’Università di Padova, dove, messo a punto il cannocchiale, comincia le osservazioni notturne che lo porteranno a dichiarare errato il sistema tolemaico, fino alla stesura del Dialogo sopra i massimi sistemi e al processo, a Roma, davanti al Sant’Uffizio, dove abiura.
È il percorso dell’uomo, del suo sguardo che, grazie a una macchina, apre gli occhi sulla realtà, “rivoluzionando” il rapporto tra uomini, Dio e Chiesa. Grazie ai materiali (copioni, soggetto, dialoghi, documenti di lavorazione, flani, interviste e foto promozionali, fotografie di scena, rassegna stampa) conservati nel Fondo Cavani del Comune di Carpi, si intende realizzare un percorso di mostra che racconti il lavoro della regista nella la messa a fuoco della figura dello scienziato e di temi (urgenti, oggi forse più di ieri)relativi al rapporto tra scienza, potere e società e, infine, l’esperienza stessa della “macchina-cinema”. Il percorso espositivo, oltre alla documentazione citata, sarà arricchito da contributi video: sequenze dal film, testimonianze di studiosi e di Liliana Cavani.

Liliana Cavani è un’intellettuale che ha scelto il cinema per esplorare il mondo. La sua produzione (si ricordano titoli quali Il portiere di notte, Al di là del bene e del male, Francesco, Einstein) la consegna alla storia del cinema e della cultura europea. Nata a Carpi, allieva del liceo classico di Modena, laureata a Bologna in Lettere classiche, ha donato alla sua città gli apparati testimonianti il suo percorso autoriale – colto, libero da dogmatismi e appassionato - nel cinema, nel teatro lirico, nella televisione.

Francesca Brignoli, studiosa indipendente, specialista del cinema di Liliana Cavani, cui ha dedicato la tesi di laurea, articoli, saggi, e la monografia Liliana Cavani. Ogni possibile viaggio (2011).

L'Archivio Storico Comunale di Carpi offre un'esperienza di condivisione e interazione con un patrimonio documentario plurisecolare (1527-1930). L'Archivio è uno spazio dinamico e polifunzionale aperto a pubblici di studiosi, appassionati e giovani coinvolti in ricerche, visite guidate, conferenze e attività didattiche.

Sede: Piazzale Re Astolfo, 1 (ala ex Carceri Palazzo dei Pio) - 41012 Carpi
Contatti: 059 649966 | This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  | www.palazzodeipio.it | Facebook

0
0
0
s2smodern
Prevenire è meglio che curare - Bernardino Ramazzini

DAL 18 SETTEMBRE 2020 AL 6 GENNAIO 2021

 

Prevenire è meglio che curare
Prestantius est praeservare quam curare

Bernardino Ramazzini

Bernardino Ramazzini - L’invenzione della medicina del lavoro

Curatrici: Manuela Rossi, Tania Previdi
Produzione: Musei di Palazzo dei Pio

 

Nel 1700 Bernardino Ramazzini pubblica il De Morbis Artificum Diatriba che costituisce l’atto istitutivo della medicina del lavoro, quando ancora la macchina lavoro era costituita esclusivamente dal corpo umano.
La mostra non è solo l’occasione per riscoprire la figura di Ramazzini e la profonda innovazione dei suoi studi, ma anche un percorso di aggiornamento e approfondimento che arriva ai giorni nostri e a temi attuali quali la prevenzione e la sicurezza dei luoghi di lavoro e i rischi professionali e ambientali che dalle attività umane derivano.

La mostra si sviluppa attraverso quattro temi principali, tra loro concatenati, che si sviluppano nei quattro bracci della loggia di piano nobile del Palazzo dei Pio:

  • Bernardino Ramazzini e il suo tempo;
  • De Morbis Artificum Diatriba: contenuti, edizioni, fortuna;
  • De morbis, una selezione delle professioni trattate da Ramazzini;
  • XXI secolo, i rischi: non solo medicina del lavoro, rischi ambientali e professionali.

Perché non si deve dimenticare che è Ramazzini il primo a sostenere che longe praestantius est preservare quam curare (è meglio, anzi più conveniente, prevenire invece che curare).

 

Orari durante il Festivalfilosofia:
Venerdì     18 settembre ore 10.00 – 23.00
Sabato      19 settembre ore 10.00 – 23.00
Domenica 20 settembre ore 10.00 – 20.00

Dal 21 settembre al 6 gennaio 2021:

Venerdì, sabato e domenica e festivi ( ad eccezione di Natale e Capodanno)
ore 10.00 - 13.00 e ore 15.00 - 19.00

 

Ingresso contingentato con prenotazione obbligatoria:

https://prenotailmuseo.palazzodeipio.it/prenotailmuseo/

 

Ingresso Gratuito fino al 31 ottobre 2020

 

Musei di Palazzo dei Pio
Piazza dei Martiri, 68
41012 Carpi
Tel. 059 649955
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.palazzodeipio.it

0
0
0
s2smodern