1 PIAZZA DEI MARTIRI

 

2PALAZZO DEI PIO SAVOIA

3CATTEDRALE DELL’ASSUNTA

 

4PORTICO LUNGO

 

   
 

 

  

    

    

1) PIAZZA DEI MARTIRI

Con i suoi oltre sedicimila metri quadrati di superficie, la rinascimentale piazza dei Martiri è una delle più estese piazze d’Italia. Definita nelle attuali forme a inizio Cinquecento, da cinque secoli rappresenta il centro politico, religioso e amministrativo di Carpi. La piazza è definita a ovest dal quattrocentesco Portico Lungo, a est dal complesso del Palazzo dei Pio, a nord è chiusa dal Duomo, fondato nel 1515. A sud l’imbocco sull’antica Strada Maestra (ora corso Alberto Pio) è definito dal Portico del Grano, posto in leggera diagonale rispetto all’asse della piazza, e dal settecentesco palazzo Scacchetti, sede del Municipio. Integrazione ottocentesca (1859-1861) è il Teatro comunale, di impostazione neoclassica.

Ascolta l'audioguida

 

Piazza dei Martiri 

 

  

    

    

2) PALAZZO DEI PIO DI SAVOIA

Il Palazzo dei Pio, comunemente detto Castello, visivamente unitario benché composto da edifici disomogenei per datazione e caratteristiche, è una struttura che si estende da est a ovest tra le due piazze principali della città. L’apparente uniformità è data dalla facciata principale di ponente che è costituita, oltre che dalla parte centrale rinascimentale, dalla aggiunzione estense degli anni Ottanta del Cinquecento a nord e dalle cosiddette “Stanze del Vescovo” a sud, a congiungere la parte centrale rispettivamente con la torre del Passerino a nord e col Torrione di Galasso o degli Spagnoli a sud. Il complesso è composto da differenti edifici databili fra l'età medievale e il XVIII secolo. Sorto come vero e proprio castello fortificato, venne modificato e ampliato nel corso dei secoli con la costruzione di rocche, torri e torrioni unificati solo all'inizio del '500, con la definitiva trasformazione in dimora principesca ad opera di Alberto III Pio. L'edificio più antico è la Torre del Passerino (1320), quattrocenteschi il Torrione degli Spagnoli e l’Uccelliera. La Rocca Vecchia (1460) che si affaccia su Piazzale Re Astolfo, e la Rocca Nuova (1375) a nord furono legate al resto con la costruzione del Cortile d'Onore (1504) e della facciata su Piazza dei Martiri. Del periodo estense la Torre dell'Orologio (1625/27), e la parte settentrionale della facciata (1582/89). 

Orari d'apertura del cortile d'onore di Palazzo Pio : da lunedi a domenica dalle 8.00 alle 19.00
Orari d'apertura dei Musei di Palazzo Pio :  da martedi a domenica  ore 10.00/13.00 -  
giovedi,sabato e festivi anche ore 15.00/19.00  - Chiusura:tutti i lunedì - 1° gennaio  - 25 dicembre

Ascolta l'audioguida

Palazzo dei Pio Savoia

  

    

    

    

3) CATTEDRALE DELL’ASSUNTA

Iniziata nel 1515 su committenza di Alberto Pio come fondale della grande piazza, la Cattedrale fu progettata da Baldassarre Peruzzi, che seguì il modello bramantesco e raffaellesco della basilica di San Pietro in Vaticano, ricalcando elementi classicheggianti derivati dai modelli della cultura romana rinascimentale.

I lavori interrotti nel 1525 e ripresi nel 1606 si dimostrarono solo parzialmente rispettosi dell’originaria concezione spaziale, risultando la chiesa costruita mancante di una campata verso la piazza. L’attuale aspetto, soprattutto interno, è dovuto a interventi tardo ottocenteschi, che hanno modificato architettonicamente l’area presbiteriale, e integrato la decorazione, di stile neorinascimentale, eseguita da pittori carpigiani. Arricchiscono gli altari opere d’arte con ancone in legno, marmo e scagliola, preziosi paliotti, dipinti di scuola emiliana del XVI e XVII secolo e sculture.

Orari d'apertura: Da lunedì a domenica ore 7.30-12.00 e 16.00-19.00. La chiesa non è visitabile durante le messe che si tengono nei seguenti orari: feriali: 9 e 18.30 ,sabato:9 e 18, festivi: 8 ,9.30, 10.45,12 e 18

Ascolta l'audioguida

CATTEDRALE DELL’ASSUNTA

 

  

    

    

4) PORTICO LUNGO

Le scenografiche 52 arcate di fronte alla facciata del Palazzo dei Pio formano la quinta dell'antico quartiere di Borgogioioso. Di origine quattrocentesca, come dimostrano le date incise sulle colonne e gli elementi goticizzanti delle facciate, agli inizi del '500 il portico fu uniformato con la decorazione di un fregio sugli archi, costituito da un cordolo tondeggiante sorretto da sfere. Le colonne presentano varie tipologie di zoccolo e di sezione del tronco, la maggior parte ottagonale, altre sono esagone, altre cilindriche. La parte settentrionale del portico, le ultime sette arcate, realizzata in piena età rinascimentale, presenta alcune differenze stilistiche: una semplificazione della costruzione con la totale assenza di ornamenti di stile gotico.

Ascolta l'audioguida

Portico lungo

   

Itinerario 2: Palazzo dei Pio

 

   

0
0
0
s2smodern